Emergenza Coronavirus

Emergenza Covid-19

Risposte alle domande più frequenti

In questa pagina del sito di Federalberghi Cervia sono riportate, in sintesi, le risposte alle domande più frequenti concernenti i provvedimenti che si stanno susseguendo in materia di Coronavirus.

 

Pagina aggiornata alle ore 11:55 del 25/03/2020

Gli alberghi sono obbligati a sospendere la propria attività?

NO. Gli alberghi e le altre strutture ricettive non rientrano tra i soggetti le cui attività sono state sospese. Possono dunque continuare a svolgere la propria attività.

(fonte: Federalberghi, circolari n. 74, n. 75 e n. 80 del 2020; Presidenza del Consiglio dei ministri, FAQ Turismo)


Il ristorante e il bar dell'albergo devono chiudere?

NO. Possono rimanere aperti per somministrare alimenti e bevande esclusivamente in favore dei propri clienti e nel rispetto di tutte le precauzioni di sicurezza di cui al decreto del Presidente del Consiglio dell’8 marzo 2020.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 75 del 2020; Presidenza del Consiglio dei ministri, FAQ Turismo)

 

Gli alberghi possono sospendere la propria attività?

Resta ferma, per le strutture ricettive che vi abbiano interesse, la possibilità di decidere autonomamente di osservare un periodo di chiusura, nel rispetto delle norme e delle procedure vigenti.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 75 del 2020)

 

Cosa prevede il decreto per gli spostamenti per turismo?

Sull’intero territorio nazionale gli spostamenti per motivi di turismo sono assolutamente da evitare. I turisti italiani e stranieri che già si trovano in vacanza debbono limitare gli spostamenti a quelli necessari per rientrare nei propri luoghi di residenza, abitazione o domicilio. Poiché gli aeroporti e le stazioni ferroviarie rimangono aperti, i turisti potranno recarvisi per prendere l'aereo o il treno e fare rientro nelle proprie case. Si raccomanda di verificare lo stato dei voli e dei mezzi di trasporto pubblico nei siti delle compagnie di trasporto terrestre, marittimo e aereo.

(fonte: Presidenza del Consiglio dei ministri, FAQ Turismo)

 

Si può venire in vacanza in Italia?

Al momento no. Occorre evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio nazionale, nonché all’interno del medesimo territorio, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute; è consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Pertanto fino al 3 aprile 2020, senza i comprovati motivi, nessuno può entrare in Italia, uscire dall’Italia, o spostarsi all’interno dell’Italia.

(fonte: Federalberghi)


Devo accertare i motivi di viaggio del cliente che chiede alloggio?

Non compete alla struttura turistico ricettiva la verifica della sussistenza dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche.

(fonte: Presidenza del Consiglio dei ministri, FAQ Turismo)

 

Devo accertare se il cliente proviene da zone a rischio epidemiologico, o se è soggetto a quarantena, o se ha la febbre?

Non compete alla struttura turistico ricettiva la raccolta di informazioni sugli ultimi spostamenti, sulla presenza di sintomi influenzali o su altre vicende relative alla sfera privata del cliente.

(fonte: parere del Garante Privacy – doc-web 9282117 del 2 marzo 2020)

 

Quali misure igienico sanitarie occorre adottare?

Federalberghi ha predisposto un volantino in lingua italiana e lingua inglese, che illustra la conoscenza delle misure di prevenzione igienico sanitaria previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Il volantino è stato pubblicato sulla newsletter Faiat flash, che è stata inviata a 28.000 imprese.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 72 del 2020)

 

Quali informazioni si devono fornire a chi entra in azienda?

Tutti i lavoratori e chiunque entri in azienda devono ricevere informazioni sulle disposizioni delle Autorità. Federalberghi ha predisposto un depliant che può essere affisso all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali aziendali.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 82 del 2020; Protocollo 14 marzo 2020)

 

Quali precauzioni si devono adottare negli ambienti di lavoro?

Un accordo tra le parti sociali ha fissato delle linee guida, che trattano diversi aspetti, tra i quali le modalità di ingresso, i controlli, la pulizia e la sanificazione, i dispositivi di protezione individuale.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 82 del 2020; Protocollo 14 marzo 2020)

 

Cosa accade per gli adempimenti e il pagamento dei contributi sociali dei dipendenti?

Per le imprese turistico-ricettive i termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi INAIL sono sospesi fino al 30 aprile 2020.

(fonte: Federalberghi, circolari n. 54 e n. 79 del 2020; INPS, circolare n. 37 del 2020)

 

Le chiusure giornaliere all’agenzia dell’entrate devono essere fatte regolarmente anche con albergo chiuso?

In relazione ai periodi di chiusura dell’esercizio commerciale, l’esercente non dovrà effettuare alcuna registrazione sul Registratore Telematico. Sarà quest’ultimo che, al momento della prima trasmissione dei corrispettivi della giornata di apertura, comunicherà le giornate di chiusura.

(fonte: guida dell’agenzia delle entrate “Scontrino elettronico” – ottobre 2019)

 

In caso di calo di lavoro, si possono utilizzare i periodi di ferie o di permesso dei dipendenti?

SI. I provvedimenti del Governo raccomandano ai datori di lavoro di promuovere la fruizione dei periodi di congedo ordinario e di ferie da parte dei dipendenti.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 75 del 2020; articolo 1, punto 7, lettera b), decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020)

 

Le imprese turistico-ricettive possono fare ricorso agli ammortizzatori sociali?

SI. Le imprese alberghiere con più di cinque dipendenti hanno diritto ad accedere alle prestazioni del Fondo di integrazione salariale (FIS) per il sostegno al reddito dei dipendenti sospesi a causa del calo di attività dovuto all’epidemia. Per le imprese che hanno sino a cinque dipendenti è prevista la cassa integrazione in deroga. Ulteriori misure sono previste per i lavoratori stagionali e per i lavoratori autonomi.

(fonte: circolare Federalberghi n. 88 del 2020)

 

Cosa è lo smartworking?

Lo smartworking è una modalità di lavoro che prevede la possibilità di lavorare anche all’esterno dell’azienda, con l’utilizzo di strumenti tecnologici (pc portatile, tablet, smartphone, etc), nel rispetto dei limiti di orario fissati dalla legge e dai contratti.

(fonte: articolo 18, legge 22 maggio 2017, n. 81)

 

Come si attiva lo smartworking?

Fino al 31 luglio 2020 è possibile ricorrere allo smartworking per ogni tipologia di lavoro subordinato anche in assenza degli accordi individuali previsti dalla legge. Per quanto riguarda gli obblighi di comunicazione, il Ministero del lavoro ha reso accessibile una procedura semplificata che consente il caricamento, con un unico flusso, di comunicazioni relative a più lavoratori.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 47 del 2020)

 

Quali sanzioni sono applicabili nel caso di mancato rispetto delle disposizioni di contenimento contenute nei decreti del Presidente del Consiglio?

Salvo che il fatto non costituisca più grave reato, il mancato rispetto delle misure di contenimento imposte per contrastare il diffondersi del virus COVID-19 è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 206. I gestori di pubblici esercizi (tra i quali rientrano anche gli alberghi) o di attività commerciali rischiano inoltre la chiusura dell'esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni. La sanzione è irrogata dal Prefetto.

(fonte: Federalberghi, circolare n. 73 del 2020; articolo 650 del codice penale; decreto-legge 23 febbraio 2020 n. 6, articolo 3

Ci sono differenze all'interno del territorio nazionale?

No. Per effetto del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 9 marzo, le regole sono uguali su tutto il territorio nazionale e sono efficaci dalla data del 10 marzo e sino al 3 aprile.

(fonte: Presidenza del Consiglio dei ministri, FAQ Zone interessate)

 

 

------------------------------------------------------------------------------------

Di seguito riportiamo le news pubblicate da Federalberghi in tema di coronavirus. I singoli documenti sono in ogni caso reperibili nelle apposite sezioni del sito (circolari, comunicati stampa, newsletter, etc.):

------------------------------------------------------------------------------------

 

Emergenza Coronavirus - bonus baby-sitting

L'INPS ha fornito indicazioni sulle modalità di richiesta del bonus babysitting previsto dal decreto Cura Italia.

(circolare Federalberghi n. 133 del 27 marzo 2020)

 

Prestiti ai dipendenti, bene la proposta ABI

Prestiti ai dipendenti, bene la proposta ABI che ipotizza la concessione di prestiti ai lavoratori sospesi dal lavoro a causa dell’emergenza COVID-19. Bocca: intervenire con urgenza, per evitare ai lavoratori una Pasqua amara.

(comunicato stampa del 27 marzo 2020)

 

Indagine sull'applicazione dell'imposta di soggiorno

Federalberghi, in considerazione della situazione connessa all’emergenza epidemiologica da Covid-19, sta svolgendo un’indagine sull’applicazione dell’imposta di soggiorno.

(circolare Federalberghi n. 132 del 27 marzo 2020)

 

Coronavirus - sospensione dei versamenti a carico dei lavoratori

L’INPS ha rettificato le indicazioni precedentemente fornite chiarendo che la sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali comprende anche quelli relativi alla quota a carico dei lavoratori dipendenti.

(circolare Federalberghi n. 131 del 26 marzo 2020)

 

Coronavirus - decreto Cura Italia - istruzioni INPS per i congedi e permessi

L’INPS ha fornito istruzioni amministrative in materia di diritto alla fruizione del congedo per emergenza COVID-19 e di permessi indennizzati di cui alla legge n. 104 del 1992 introdotti dal decreto-legge Cura Italia.

(circolare Federalberghi n. 130 del 26 marzo 2020)

 

Coronavirus –  decreto legge 25 marzo 2020 n. 19

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il decreto prevede la possibilità di approvare alcune misure al fine di contenere e contrastare i rischi sanitari e il diffondersi del contagio, con validità su tutto il territorio nazionale o su specifiche parti di esso, per periodi predeterminati non superiori a trenta giorni, reiterabili e modificabili anche più volte fino al termine dello stato di emergenza (fissato al 31 luglio 2020 con delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020).

(circolare Federalberghi n.129 del 26 marzo 2020)

 

Coronavirus - finanziamento cassa integrazione in deroga

Il Ministero del lavoro ha diramato il decreto per il finanziamento dei trattamenti di cassa integrazione in deroga erogati dalle regioni e dalle province autonome. I fondi sono ripartiti sulla base della quota regionale del numero dei lavoratori potenziali beneficiari dei trattamenti medesimi come rilevati dall’INPS.

(circolare Federalberghi n. 127 del 25 marzo 2020)

 

Coronavirus - moratoria bancaria

L’ABI ha emanato una circolare con la quale ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle misure a sostegno della liquidità per le imprese danneggiate da COVID-19, introdotte dal decreto-legge cosiddetto “Cura Italia”.

(circolare Federalberghi n. 126 del 25 marzo 2020)

 

70^ assemblea Federalberghi - rinvio

A causa del protrarsi dell’incertezza determinata dall’epidemia Covid-19, è stata rinviata la settantesima Assemblea Nazionale della Federalberghi.

(comunicato stampa del 24 marzo 2020)

 

Emergenza coronavirus – circolare Ministero Interno

Il Ministero dell’Interno ha emanato una nuova circolare per fornire indicazioni ai prefetti e agli altri enti istituzionali sulla corretta interpretazione delle disposizioni contenute nel dpcm del 22 marzo 2020.

(circolare Federalberghi n. 125 del 24 marzo 2020)

 

Prestazioni Straordinarie per Covid-19 per gli iscritti al fondo di assistenza sanitaria integrativa Fast

Il fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti da aziende del settore turismo (FAST), con decisione unanime e concordata con i soci (Federalberghi, Faita, Filcams, Fisascat, Uiltucs), ha inserito tra le prestazioni garantite ai propri iscritti anche una prestazione straordinaria per ricoveri o isolamento domiciliare derivante da contagio Covid-19.

(news Federalberghi del 24 marzo 2020)

 

Fondo di integrazione salariale - modalità di presentazione della domanda di assegno ordinario

L’INPS ha fornito indicazioni in merito ai termini di decorrenza e alle modalità di presentazione delle domande di concessione delle prestazioni di assegno ordinario erogato dal Fondo di integrazione salariale.

(circolare Federalberghi n. 124 del 24 marzo 2020)

 

70a Assemblea di Federalberghi – rinvio

A causa del protrarsi dell’incertezza determinata dall’epidemia Covid-19, si rende necessario rinviare a data da destinarsi l’Assemblea di Federalberghi, che si sarebbe dovuta svolgere a Parma dell’8 al 10 maggio.

(circolare Federalberghi n. 123 del 24 marzo 2020)

 

Coronavirus - emendamenti al decreto-legge n 18

Federalberghi ha predisposto un pacchetto di emendamenti al disegno di legge di conversione del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, recante misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

(circolare Federalberghi n. 122 del 24 marzo 2020)

 

Fondo di integrazione salariale - requisiti occupazionali per l'accesso alle prestazioni

Le imprese turistico-ricettive che occupano in media più di cinque dipendenti possono accedere alle prestazioni del Fondo di integrazione salariale a fronte di un esubero temporaneo di manodopera causato dall'emergenza epidemiologica da COVID-19. il computo del requisito occupazionale deve avvenire mensilmente con riferimento alla media dei dipendenti nel semestre precedente.

(circolare Federalberghi n. 121 del 23 marzo 2020)

 

Coronavirus –  sospensione dell’attività per le strutture extralberghiere

Con il dpcm 22 marzo 2020 sono state sospese la gran parte delle attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di alcune espressamente indicate, tra cui le attività alberghiere con classificazione Ateco 55.1. Non è invece consentita la prosecuzione delle attività classificate con il codice Ateco 55.2, che ricomprende i villaggi turistici, gli ostelli della gioventù, i rifugi di montagna, le colonie marine e montane, gli affittacamere per brevi soggiorni, le case ed appartamenti per vacanze, i bed and breakfast, i residence, gli alloggi connessi alle aziende agricole. Nel caso in cui un'attività risulti comunque funzionale al supporto di attività essenziali o comunque consentite, è possibile attivare una procedura di deroga, inviando una comunicazione al prefetto.

(circolare Federalberghi n. 120 del 23 marzo 2020)

 

Coronavirus - presentazione domande NASPI e DIS-COLL - prime indicazioni

L’INPS ha fornito una prima illustrazione delle disposizioni concernenti la proroga dei termini di presentazione delle domande di NASpI e DIS-COLL.

(circolare Federalberghi n. 119 del 23 marzo 2020)

 

Coronavirus - operatività FIS - prime indicazioni

La Direzione generale dell'INPS ha anticipato alcune indicazioni in relazione alla procedura di accesso alle prestazioni del Fondo di integrazione salariale.

(circolare Federalberghi n. 118 del 23 marzo 2020)

 

Coronavirus - ulteriori misure restrittive

Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 22 marzo 2020 sospende la gran parte delle attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di alcun espressamente indicate. Gli alberghi (attività con codice Ateco 55.1) possono continuare a svolgere la propria attività, nel rispetto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro individuate dal protocollo tra Governo e parti sociali del 14 marzo 2020. 

(circolare Federalberghi n. 117 del 22 marzo 2020)

 

Coronavirus - ordinanza del Ministro della salute

Il Ministro della salute, con propria ordinanza, ha stabilito che “allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”.

(circolare Federalberghi n. 116 del 22 marzo 2020)

  

Coronavirus - ulteriori misure restrittive

Il Presidente del Consiglio dei ministri ha annunciato l’adozione di un decreto con il quale vengono adottate nuove misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Il Presidente del Consiglio ha comunicato la decisione di chiudere nell’intero territorio nazionale ogni attività produttiva che non sia cruciale, indispensabile, a garantire beni e servizi essenziali.

(circolare Federalberghi n. 115 del 21 marzo 2020)

 

Voucher in inglese francese russo spagnolo tedesco

Federalberghi ha predisposto i fac simile dei voucher e gli schemi delle relative lettere di accompagnamento in lingua italiana, inglese, francese, russa, spagnola e tedesca.

(circolare Federalberghi n. 114 del 21 marzo 2020)

 

Coronavirus - rettifica INPS versamento contributi quota lavoratori

Accogliendo la richiesta formulata da Federalberghi l’INPS ha chiarito che la sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali comprende anche quelli relativi alla quota a carico dei lavoratori dipendenti.

(circolare Federalberghi n. 113 del 21 marzo 2020)

 

Coronavirus - ammortizzatori sociali - prime indicazioni INPS

L'INPS ha diramato alcune prime indicazioni operative in merito agli ammortizzatori sociali previsti dal decreto "Cura Italia".

(circolare Federalberghi n. 112 del 21 marzo 2020)

 

Coronavirus - premio  per i lavoratori dipendenti

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. Cura Italia) ha previsto l'erogazione un premio pari a 100 euro nel mese di marzo, rapportato all'effettiva presenza al lavoro, ai lavoratori dipendenti con un reddito inferiore ai 40.000 euro.

(circolare Federalberghi n. 111 del 21 marzo 2020)

 

Coronavirus - disposizioni in materia di lavoro agile

Il decreto "Cura Italia" ha previsto nuove disposizioni in merito al lavoro agile per dipendenti disabili gravi o che abbiano nel proprio nucleo familiare disabili gravi.

(circolare Federalberghi n. 110 del 21 marzo 2020)

 

Sospensione termini impugnazione licenziamenti - decreto legge 17 marzo 2020 n 18

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. Cura Italia) ha previsto una moratoria di sessanta giorni dal 17 marzo 2020 dei licenziamenti collettivi e individuali per giustificato motivo oggettivo.

(circolare Federalberghi n. 109 del 21 marzo 2020)

 

Coronavirus - accesso alle prestazioni del FIS - modello di comunicazione e verbale di accordo

Per agevolare i datori di lavoro nell'accesso alle prestazioni di sostegno al reddito per i dipendenti erogate dal Fondo di integrazione salariale, Federalberghi ha predisposto i modelli di comunicazione preventiva alle organizzazioni sindacali e di verbale di accordo e consultazione che potranno essere utilizzati integrandoli con i dati relativi alla realtà aziendale.

(circolare Federalberghi n. 108 del 21 marzo 2020)

 

Emergenza coronavirus - prestazioni del fondo FAST

In considerazione delle problematiche connesse all’emergenza epidemiologica Covid-19, la presidenza del Fondo FAST ha convenuto con Unisalute un’integrazione al piano sanitario, prevedendo per gli iscritti al Fondo che siano riconosciuti positivi al virus Covid-19 un'indennità pari a 40 euro per ogni notte di ricovero presso la struttura sanitaria per un periodo di 50 giorni nonché una ulteriore indennità di pari importo per ogni giorno di permanenza presso il proprio domicilio per un periodo di 14 giorni.

(circolare Federalberghi n. 107 del 20 marzo 2020)

 

Emergenza coronavirus - pagamento dei contributi dovuti al fondo FAST

In considerazione delle difficoltà oggettive connesse all’emergenza epidemiologica Covid-19, la presidenza del Fondo FAST, d’intesa con le parti sociali costituenti il fondo e con la condivisione dei componenti il Consiglio direttivo del fondo stesso, ha deliberato di non interrompere la copertura assicurativa relativa ai lavoratori regolarmente iscritti per i quali, a seguito di una situazione di difficoltà aziendale per la quale sia prevista la presentazione di una richiesta di attivazione degli ammortizzatori sociali, non vengano versati i contributi entro i termini previsti dal regolamento.

(circolare Federalberghi n. 106 del 20 marzo 2020)

 

Coronavirus - moratoria bancaria

Tra gli strumenti messi in campo a sostegno dell'imprese per far fronte alla crisi innestata dall'emergenza Coronavirus, l'ABI e le associazioni di categoria hanno siglato un'intesa che prevede la possibilità per le banche e gli intermediari, per prestiti erogati fino al 31 gennaio 2020, di sospendere fino a un anno il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti e di allungare la scadenza dei finanziamenti.

(circolare Federalberghi n. 105 del 19 marzo 2020)

 

Tutela periodo di sorveglianza attiva - decreto 17 marzo 2020 n 18

Il decreto 17 marzo 2020, n. 18 ha equiparato alla malattia la quarantena con sorveglianza attiva e la permanenza domiciliare fiduciaria dei lavoratori.

(circolare Federalberghi n. 104 del 19 marzo 2020)

 

Coronavirus - indennità lavoratori autonomi

Il decreto 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. Cura Italia) ha previsto una indennità specifica per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali, professionisti, lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.

(circolare Federalberghi n. 103 del 19 marzo 2020)

 

Coronavirus - proroga termini domande di NASpI e DIS-COLL

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 ha stabilito la proroga dei termini in materia di domande di disoccupazione NASpI e DIS-COLL.

(circolare Federalberghi n. 102 del 19 marzo 2020)

 

Rimborsi a mezzo voucher

Federalberghi ha predisposto un facsimile del voucher e della lettera di accompagnamento da utilizzare per il rimborso dei clienti che annulli la prenotazione di un soggiorno invocando l’impossibilità sopravvenuta determinata dall’epidemia Covid-19 e dai provvedimenti alla stessa correlati.

(circolare Federalberghi n. 100 del 19 marzo 2020)

 

Coronavirus - decreto Cura Italia - indennità per i lavoratori stagionali  del turismo

Il decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 ha previsto una indennità per i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 e in tale data non risultino titolari di pensione né di un rapporto di lavoro dipendente.

(circolare Federalberghi n. 99 del 19 marzo 2020)

 

Estensione durata permessi retribuiti legge n 104 - decreto 17 marzo 2020 n 18

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 ha previsto l’estensione della durata dei permessi retribuiti di cui all’articolo 33, comma 3, legge 5 febbraio 1992, n. 104.

(circolare Federalberghi n. 98 del 19 marzo 2020)

 

Coronavirus - decreto-legge n 9 del 2020 - proposte emendative

Il termine per la presentazione degli emendamenti al disegno di legge di conversione del decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9 (Atto Senato 1746) è stato fissato alle ore 12:00 di venerdì 20 marzo. Federalberghi ha elaborato un pacchetto di proposte (allegato), volte ad ampliare le tutele in favore delle imprese turistico-ricettive, con misure quali sospensioni di pagamenti, riduzione di imposte, proroghe di termini, semplificazione di adempimenti, incentivi alla domanda turistica.

(circolare Federalberghi n. 97 del 19 marzo 2020)

 

Emergenza coronavirus – SKY TV – proroga dei termini

In considerazione delle condizioni di particolare difficoltà che le imprese stanno affrontando a causa dell’emergenza coronavirus, Sky ha accolto positivamente la sollecitazione di Federalberghi di supportare gli hotel in questo momento particolarmente critico, sospendendo la fatturazione del servizio Sky fino al 3 aprile. Per usufruire di tale agevolazione, non è necessario svolgere particolari procedure.

(circolare Federalberghi n. 96 del 18 marzo 2020)

 

Coronavirus - decreto Cura Italia - congedi e indennità

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 ha previsto misure specifiche relative a congedi e indennità per i lavoratori dipendenti del settore privato, per quelli iscritti alla gestione separata e per i lavoratori autonomi.

(circolare Federalberghi n. 95 del 18 marzo 2020)

 

Coronavirus - ammortizzatori sociali

Il decreto-legge n. 18 del 2020 (c.d. Cura Italia) ha esteso a tutto il territorio nazionale la possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali in via semplificata. Le regioni sono delegate all'attivazione della cassa integrazione in deroga per la copertura di tutti i datori di lavoro.

(circolare Federalberghi n. 94 del 18 marzo 2020)

 

Coronavirus - misure di sostegno - testo del decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18 (G.U. 17 marzo 2020, n. 70)

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto-legge approvato dal Consiglio dei ministri il 16 marzo 2019, recante alcune prime misure volte a potenziare il servizio sanitario nazionale e a sostenere le imprese, i lavoratori e le famiglie che devono affrontare la situazione di emergenza connessa al diffondersi del virus Covid-19.

(circolare Federalberghi n. 93 del 18 marzo 2020)

 

Coronavirus - ammortizzatori sociali nella zona rossa

L'INPS ha fornito le istruzioni operative per la gestione delle misure di sostegno al reddito disposte dal decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9 in favore delle famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19 e situati nella c.d. zona rossa.

(circolare Federalberghi n. 90 del 16 marzo 2020)

 

Alcune prime risposte utili, ma molto resta da fare

Sul numero 6/2020 della newsletter di Federalberghi si parla del decreto-legge approvato oggi dal Consiglio dei ministri. Il decreto contiene misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

(Faiat Flash n. 6 del 16 marzo 2020)

 

Decreto Covid-19 - alcune prime risposte utili ma molto resta da fare

“Il decreto approvato oggi dal Consiglio dei ministri offre alcune prime risposte utili a fronteggiare l’emergenza, ma molto resta da fare per salvare l’economia del turismo.” E’ questo il commento a caldo del presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, dopo la Conferenza stampa del presidente del Consiglio che ha illustrato i punti principali del provvedimento.

(comunicato stampa del 16 marzo 2020)

 

Coronavirus  - rimborsi a mezzo voucher e gestione delle cancellazioni

Il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri il 16 marzo consente alle strutture ricettive, nel caso in cui un cliente annulli la prenotazione di un soggiorno invocando l’impossibilità sopravvenuta determinata dall’epidemia Covid-19 e dai provvedimenti alla stessa correlati, di procedere, in luogo del rimborso del corrispettivo versato, all’emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione.

(circolare Federalberghi n. 89 del 16 marzo 2020)

 

Coronavirus - misure di sostegno

Il Consiglio dei ministri, nella riunione del 13 marzo 2020, ha adottato un decreto-legge recante misure urgenti volte a sostenere le imprese, i lavoratori e le famiglie che devono affrontare la situazione di emergenza connessa al diffondersi del virus COVID-19.

(circolare Federalberghi n. 88 del 16 marzo 2020)

 

Coronavirus - convalida dimissioni lavoratrici madri

A seguito della limitazione degli spostamenti introdotta dai provvedimenti del Governo al fine di contenere la diffusione del coronavirus, è stato reso disponibile on line il modulo di richiesta a distanza del provvedimento di convalida delle dimissioni o risoluzioni consensuali del rapporto di lavoro per le lavoratrici madri e i lavoratori padri di figli fino a tre anni di età.

(circolare Federalberghi n. 87 del 16 marzo 2020)

 

Coronavirus - convenzione tra Federalberghi e Zurich – pagamento del premio e decorrenza della garanzia

In considerazione delle condizioni di particolare difficoltà che le imprese stanno affrontando a causa dell’emergenza coronavirus, rappresentate da Federalberghi alla Rappresentanza Generale per l’Italia di Zurich, la compagnia ha previsto la possibilità di effettuare il pagamento entro sessanta giorni dalla data di scadenza, senza interrompere la copertura. L’agevolazione sarà valida per le polizze in corso, in relazione alle scadenze dal 10 marzo e sino al 3 aprile 2020.

(circolare Federalberghi n. 86 del 15 marzo 2020)

 

Coronavirus – proroga della scadenza dei pagamenti verso le pubbliche amministrazioni

L’INPS ha comunicato che con un decreto-legge di prossima emanazione da parte del Consiglio dei ministri, verrà differito il termine per i versamenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni originariamente previsto per il 16 marzo 2020.

(circolare Federalberghi n. 85 del 14 marzo 2020)

 

Coronavirus - sospensione degli adempimenti e versamenti dei premi - indicazioni INAIL

L’INAIL ha fornito le istruzioni operative per usufruire delle misure urgenti adottate con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 1° marzo 2020 e con il decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9 per fare fronte all’emergenza coronavirus.

(circolare Federalberghi n. 83 del 14 marzo 2020)

 

Protocollo per il contenimento del Covid-19 negli ambienti di lavoro

Le principali organizzazioni confederali di rappresentanza dei datori di lavoro e dei lavoratori hanno sottoscritto un “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

(circolare Federalberghi n. 82 del 14 marzo 2020)

 

Coronavirus - differimento di termini

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze informa che i termini relativi ai versamenti previsti al 16 marzo saranno differiti con una norma nel decreto-legge di prossima adozione da parte del Consiglio dei ministri, relativo alle misure per il contenimento degli effetti dell'epidemia di Covid-19.

(circolare Federalberghi n. 81 del 14 marzo 2020)

 

Gli alberghi e le altre strutture ricettive non sono soggetti all’obbligo di sospensione

Gli alberghi e le altre strutture ricettive non rientrano tra i soggetti le cui attività sono state sospese. Possono dunque continuare a svolgere la propria attività.

(circolare Federalberghi n. 80 del 13 marzo 2020)

 

Emergenza epidemiologica - INPS - sospensioni termini

L’INPS ha fornito indicazioni in ordine alla sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 disposta dal decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9.

(circolare Federalberghi n. 79 del 13 marzo 2020)

 

Coronavirus - somministrazione di alimenti e bevande agli ospiti delle strutture ricettive

Una FAQ pubblicata sul sito internet della Presidenza del Consiglio dei ministri conferma che gli alberghi possono effettuare attività di somministrazione e bar esclusivamente per le persone alloggiate.

(circolare Federalberghi n. 78 del 13 marzo 2020)

 

Nessun obbligo di chiusura per gli alberghi italiani

Il decreto adottato ieri sera dal Presidente del Consiglio dei ministri, che impone la sospensione di alcune attività economiche, non menziona in alcun modo gli alberghi e le strutture ricettive. Federalberghi, alla luce delle fake news circolate in queste ore, ritiene opportuno chiarire che non è previsto (ripetiamo, NON E’ PREVISTO) alcun obbligo di sospensione dell’attività ricettiva.

(comunicato stampa del 12 marzo 2020)

 

Coronavirus - obbligo di chiusura degli esercizi commerciali

Il nuovo decreto adottato dal Presidente del Consiglio dei ministri prevede la sospensione di alcune attività economiche. Gli alberghi non sono soggetti alla sospensione. Nel silenzio della norma, si ritiene che ritengano confermate le interpretazioni che consentono alle strutture ricettive di svolgere attività di somministrazione e bar esclusivamente in favore dei propri clienti e nel rispetto di tutte le precauzioni di sicurezza di cui al dpcm dell’8 marzo. Resta ferma, per le strutture ricettive che vi abbiano interesse, la possibilità di osservare un periodo di chiusura, nel rispetto delle norme e delle procedure vigenti.

(circolare Federalberghi n. 75 del 12 marzo 2020)

 

Coronavirus - obbligo di chiusura degli esercizi commerciali

Il Presidente del Consiglio dei ministri ha adottato un nuovo decreto, che aggiorna in senso ancor più restrittivo le misure urgenti per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID-19. La novità principale consiste nell’introduzione di una serie di limiti allo svolgimento di attività commerciali. Sono altresì sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad eccezione della ristorazione con consegna a domicilio. Il decreto non menziona gli alberghi né altre strutture turistico ricettive. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, sentito per le vie brevi, conferma che gli alberghi non sono soggetti ad obblighi di chiusura.

(circolare Federalberghi n. 74 dell'11 marzo 2020)

 

Coronavirus - inasprimento delle sanzioni

Il decreto-legge n. 6  del 2020 ha stabilito che, salvo che il fatto non costituisca più grave reato, il mancato rispetto delle misure di contenimento imposte per contrastare il diffondersi del virus COVID-19 è punito ai sensi dell'articolo 650 del codice penale. (arresto fino a tre mesi o ammenda fino a euro 206). Il decreto-legge n. 14 del 2020 ha inoltre previsto che, salva l'applicazione delle sanzioni penali ove il fatto costituisca reato, la violazione degli obblighi imposti dalle misure di contenimento a carico dei gestori di pubblici esercizi (tra i quali rientrano anche gli alberghi) o di attività commerciali è sanzionata altresì con la chiusura dell'esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.

(circolare Federalberghi n. 73 dell'11 marzo 2020)

 

Coronavirus - nuove disposizione per il contenimento

Il Presidente del Consiglio dei ministri ha adottato un nuovo decreto, che aggiorna le misure urgenti per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID-19. La principale novità consiste nell’estensione a tutto il territorio nazionale delle misure restrittive in precedenza previste solo per la regione Lombardia e per le province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia ai sensi dell’articolo 1 del decreto 8 marzo 2020. Ulteriori novità riguardano il divieto di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico, nonché la sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.

(circolare Federalberghi n. 72 del 10 marzo 2020)

 

Coronavirus - nuove disposizione per il contenimento

Il Presidente del Consiglio dei ministri ha adottato un nuovo decreto, che aggiorna le misure urgenti per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID-19. La principale novità consiste nell’estensione a tutto il territorio nazionale delle misure restrittive in precedenza previste solo per la regione Lombardia e per le province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia previste dal decreto 8 marzo 2020. Ulteriori novità riguardano il divieto di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico, nonché la sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.

(circolare Federalberghi n. 70 del 10 marzo 2020)

 

Siae - nuova proroga del termine per rinnovo abbonamenti

In considerazione del perdurare dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del coronavirus, e della conseguente grave situazione in cui versano le imprese del nostro settore, Federalberghi ha chiesto alla SIAE di disporre una ulteriore proroga del termine per il pagamento dei compensi per gli abbonamenti annuali per la musica d'ambiente, in scadenza il prossimo 20 marzo 2020. La SIAE, accogliendo la nostra richiesta ed in considerazione delle misure straordinarie adottate dal Governo per fronteggiare l'emergenza sanitaria, ha disposto il differimento su tutto il territorio nazionale dei termini di pagamento degli abbonamenti per musica d'ambiente al 17 aprile 2020.

(circolare Federalberghi n. 69 del 9 marzo 2020)

 

Coronavirus - somministrazione di alimenti e bevande agli ospiti delle strutture ricettive

L’articolo 1, lettera n) del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri dell’8 marzo 2020 stabilisce che, nei territori indicati dallo stesso articolo 1 (regione Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia) “sono consentite le attività di somministrazione e bar, dalle 6:00 alle 18.00, con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all'allegato 1 lettera d), con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione”. Si ritiene che la norma possa essere interpretata nel senso di consentire alle strutture ricettive lo svolgimento di attività di somministrazione e bar nella fascia oraria dalle ore 18 alle ore 6, esclusivamente in favore dei propri clienti e nel rispetto di tutte le precauzioni di sicurezza di cui al decreto 8 marzo 2020.

(circolare Federalberghi n. 68 dell'8 marzo 2020)

 

Coronavirus - nuove disposizioni per il contenimento

Nella notte tra il 7 e l’8 marzo, il Presidente del Consiglio dei ministri ha adottato un proprio decreto, in corso di pubblicazione, che definisce nuove misure urgenti per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID-19.

(circolare Federalberghi n. 67 dell'8 marzo 2020)

 

Coronavirus - gli albergatori italiani al fianco della protezione civile

“Non ci sarà nessuna necessità di requisire gli alberghi.” Con queste parole il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca commenta le indiscrezioni sulla bozza del decreto all’esame del Consiglio dei ministri, che menziona la possibilità di requisire strutture alberghiere per ospitare persone in quarantena.

(comunicato stampa del 6 marzo 2020)

 

Coronavirus – aggiornamento delle disposizioni urgenti diramate dal fondo Forte

Il fondo For.Te., preso atto del contenuto del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020, ha aggiornato le misure adottate il 25 febbraio scorso. Sono sospese, a partire dal 6 marzo 2020 fino all’intera giornata del 15 marzo 2020, tutte le attività formative previste in modalità aula. Nel periodo sopra indicato il Fondo autorizza in via eccezionale per le attività formative non procrastinabili, la conversione delle lezioni frontali in aula e di quelle individuali “one to one”, in modalità FaD sincrona o asincrona o attraverso l’utilizzo di Skype.

(circolare Federalberghi n. 65 del 6 marzo 2020)

 

Coronavirus - parere del Garante privacy

La normativa d’urgenza adottata nelle ultime settimane  prevede che chiunque negli ultimi 14 giorni abbia soggiornato nelle zone a rischio epidemiologico, nonché nei comuni della cosiddetta “zona rossa”, debba comunicarlo alla azienda sanitaria territoriale, anche per il tramite del medico di base, che provvederà agli accertamenti previsti, come ad esempio l’isolamento fiduciario. Il Garante Privacy, intervenendo sull’argomento, ha chiarito che i soggetti diversi da quelli istituzionalmente preposti a tale compito non sono legittimati a raccogliere informazioni circa la presenza di sintomi da coronavirus e notizie sugli ultimi spostamenti, come misura di prevenzione dal contagio. Analogamente, i datori di lavoro non sono legittimati ad acquisire una “autodichiarazione” da parte dei dipendenti in ordine all’assenza di sintomi influenzali, e vicende relative alla sfera privata.

(circolare Federalberghi n. 64 del 6 marzo 2020)

 

Coronavirus - disposizioni di contenimento per tutto il territorio nazionale

Sono in vigore su tutto il territorio nazionale le disposizioni contenute nel nuovo provvedimento del Presidente del Consiglio dei ministri del 4 marzo 2020, finalizzate a prevenire e contrastare l’ulteriore trasmissione del virus COVID-2019, nell’attuale situazione di emergenza sanitaria internazionale dichiarata dall’Organizzazione mondiale della sanità. Rimangono ferme le disposizioni contenute nel precedente decreto del 1° marzo 2020 per le aree della zona rossa e per le aree della zona gialla, fatta salva l’applicazione anche delle nuove misure, ove più restrittive.

(circolare Federalberghi n. 57 del 5 marzo 2020)

 

Coronavirus - decreto legge di sostegno alle imprese

È stato pubblicato il decreto legge 2 marzo 2020 n. 9, contenente le prime misure urgenti approvate dal Governo per sostenere famiglie, lavoratori e imprese in relazione all’emergenza epidemiologica da COVID-2019. Tre le misure di maggiore interesse, si segnala la sospensione di versamenti di ritenute, contributi e premi per il settore turistico-alberghiero dal 2 marzo 2020 fino al 30 aprile 2020.

(circolare Federalberghi n. 54 del 3 marzo 2020)

 

Coronavirus - dpcm 1 marzo 2020

Sono in vigore dal 2 marzo 2020 le disposizioni contenute nel nuovo provvedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° marzo 2020, finalizzate a prevenire e contrastare l’ulteriore trasmissione del COVID-2019, nell’attuale situazione di emergenza sanitaria internazionale dichiarata dall’Organizzazione mondiale della sanità. Il nuovo provvedimento sostituisce i precedenti provvedimenti emanati con decreto del Presidente del Consiglio, nonché le misure contingibili e urgenti adottate dalle autorità competenti. Salvo diverse previsioni contenute nelle singole misure, le nuove disposizioni producono effetto fino all’8 marzo prossimo.

(circolare Federalberghi n. 52 del 2 marzo 2020)

 

Coronavirus - bene le prime misure ma occorre fare di più

l Consiglio dei Ministri ha deciso di prorogare i termini per il pagamento di imposte e contributi. E l’ABI ha annunciato una moratoria dei mutui. “Si tratta di segnali di attenzione che accolgono alcune nostre istanze e che, in attesa della pubblicazione in Gazzetta del testo ufficiale del provvedimento, ovviamente apprezziamo - afferma Bocca - ma che purtroppo non sono sufficienti. Chiediamo alle istituzioni, a tutti i livelli, quindi non solo allo Stato, ma anche alle Regioni e ai comuni, di adottare con urgenza ogni misura utile a garantire liquidità alle aziende e salvaguardare i posti di lavoro, per evitare il tracollo di un settore strategico, in cui operano oltre 300.000 imprese, che offrono lavoro a 1,5 milioni di persone”.

(comunicato stampa del 29 febbraio 2020)

 

Coronavirus - indicazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro

In considerazione dei recenti eventi verificatisi sul territorio nazionale e della conseguente situazione di emergenza epidemiologica, si forniscono alcune indicazioni in ordine agli adempimenti di prevenzione in tema di salute e sicurezza sul lavoro.

(circolare Federalberghi n. 51 del 28 febbraio 2020)

 

Coronavirus - avviso comune

Federalberghi e le altre organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative del settore turismo hanno sottoscritto oggi presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo un avviso comune sull’emergenza coronavirus, allo scopo di promuovere iniziative per la tutela di 300.000 imprese e 1,5 milioni di lavoratori, che producono ogni anno un valore aggiunto di 90 miliardi di euro, con più di 430 milioni di presenze turistiche ed oltre 48 miliardi di euro spesi in Italia dai turisti stranieri.

(circolare Federalberghi n. 49 del 28 febbraio 2020)


Coronavirus - le parti sociali presentano un pacchetto di proposte

Federalberghi e le altre organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative del settore turismo hanno sottoscritto oggi presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo un avviso comune sull’emergenza coronavirus, allo scopo di promuovere iniziative per la tutela di 300.000 imprese e 1,5 milioni di lavoratori, che producono ogni anno un valore aggiunto di 90 miliardi di euro, con più di 430 milioni di presenze turistiche ed oltre 48 miliardi di euro spesi in Italia dai turisti stranieri.

(comunicato stampa del 28 febbraio 2020)

 

Emergenza Coronavirus - Osservatorio Turistico-Alberghiero Federalberghi

Il primo giorno di ogni mese Federalberghi invita invita circa 27.000 imprese turistico ricettive a fornire alcune informazioni, necessarie per la realizzazione dell’Osservatorio mensile sull’andamento del sistema alberghiero italiano.

(circolare Federalberghi n. 48 del 26 febbraio 2020)

 

Misure per il contenimento dell'emergenza covid-19 - lavoro agile

Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio 2020 relativo alle misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da coronavirus ha disposto che la modalità di lavoro agile disciplinata dalla legge n. 81 del 2017 è applicabile in via automatica ad ogni rapporto di lavoro subordinato nell'ambito di aree considerate a rischio nelle situazioni di emergenza nazionale o locale.

(circolare Federalberghi n. 47 del 26 febbraio 2020)

 

Coronavirus - cancellazioni - schema di lettera

Al fine di fornire un supporto alle aziende che desiderano offrire una risposta proattiva alle richieste di cancellazione, Federalberghi ha predisposto uno schema di lettera, che le strutture ricettive potranno inviare ai clienti, suggerendo di confermare la prenotazione ed offrendo un più ampio periodo di tolleranza, in attesa del miglioramento della situazione generale.

(circolare Federalberghi n. 46 del 25 febbraio 2020)

 

Coronavirus - proroga del termine per il pagamento dei contributi associativi

In considerazione dell’evoluzione della situazione connessa all’epidemia “coronavirus”, il presidente di Federalberghi ha disposto la proroga, sino al 31 marzo 2020, del termine per il pagamento dei contributi dovuti alla federazione dalle organizzazioni aderenti.

(circolare Federalberghi n. 45 del 25 febbraio 2020)

 

Coronavirus - disposizioni urgenti diramate dal fondo Forte

Considerata la situazione creatasi in questi ultimi giorni in merito alla diffusione del Coronavirus e alle disposizioni assunte da alcune Regioni, il fondo For.Te. - su istanza di Federalberghi e delle altre parti sociali - ha disposto la possibilità di riorganizzare i calendari delle attività formative ed ha concesso una proroga per la presentazione dei rendiconti finali.

(circolare Federalberghi n. 43 del 25 febbraio 2020)

 

Coronavirus: Bocca, situazione turismo è precipitata

"Siamo molto preoccupati. In pochissimo tempo la situazione è precipitata. Sino a qualche giorno fa, l'Italia risultava sostanzialmente indenne dall'epidemia, con un numero limitatissimo di pazienti sotto osservazione, per contagi contratti all'estero. Oggi siamo nell'occhio del ciclone e il danno d'immagine si è già trasformato in danno economico". Con queste parole il presidente di Federalberghi, Bernabò  Bocca, commenta con l'ANSA l'impatto del coronavirus sull'economia del turismo.

(dichiarazione del 24 febbraio 2020)

 

Coronavirus - provvedimenti per la gestione dell’emergenza

Governo e Regioni hanno adottato alcuni importanti provvedimenti allo scopo di prevenire e contrastare l’ulteriore trasmissione del virus, nell’attuale situazione di emergenza sanitaria internazionale dichiarata dall’Organizzazione mondiale della sanità.

(circolare n. 42 del 24 febbraio 2020)