Imposta di soggiorno - dichiarazione telematica entro il 30 giugno

  • 18/06/2022

L’articolo 180 del decreto-legge n. 34 del 2020, modificando l’articolo 4 del
decreto legislativo n. 23 del 2011, ha introdotto l'obbligo per i gestori delle strutture
ricettive di presentare una dichiarazione annuale al Ministero dell’economia e delle finanze
sull’imposta di soggiorno.
Il successivo decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 29 aprile
2022 ha reso efficace tale prescrizione, approvando il modello e le relative istruzioni per la
presentazione della dichiarazione annuale.
La dichiarazione è da presentare cumulativamente ed esclusivamente in via
telematica entro il 30 giugno per gli anni di imposta 2020 e 2021.
Per presentare tale dichiarazione occorre accedere sito web dell’Agenzia delle
Entrate ove è disponibile il servizio per la predisposizione e l’invio interattivo della
DICHIARAZIONE IMPOSTA DI SOGGIORNO relativa agli anni 2020 e 2021
(https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/area-riservata).
Per accedere occorre essere in possesso dello SPID o della CNS
L’utente, una volta entrato nella sezione personale deve accedere all’area
“Servizi” e cliccare sulla voce “dichiarazioni”
Per facilitare la compilazione, all’interno della propria posizione sul portale di
gestione dell’Imposta di Soggiorno del Comune di Cervia, nella parte superiore della
sezione DICHIARAZIONI, troverete il link Dichiaraz. annuale 30 giugno che restituisce i
dati dichiarati e versati dalla struttura ricettiva negli anni 2020 e 2021 aggregati per
trimestre, così come richiesti nel modello del Ministero dell’Economia e delle Finanze.
Ascom eventualmente mette a disposizione il servizio di trasmissione della
dichiarazione al costo di 50,00 €, chi fosse interessato dovrà inoltrare al proprio
assistente contabile entro il 24 giugno 2022 i dati aggregati per trimestre disponibili
nella propria posizione sul portale di gestione dell’Imposta di Soggiorno del Comune di
Cervia.
ATTENZIONE l'omessa o infedele presentazione della dichiarazione
comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di
una somma dal 100 al 200 per cento dell'importo dovuto.
Federalberghi aveva già chiesto in più occasioni di chiarire, prima della
emanazione del decreto ministeriale, che il nuovo obbligo di presentare una dichiarazione
cumulativa annuale fosse reso applicabile nei soli casi in cui non sia previsto nel
rispettivo regolamento comunale un obbligo di rendicontazione periodica
trasmessa per via telematica. In tal caso, infatti, il Comune già dispone di tutti i relativi
dati. La previsione di una ulteriore rendicontazione di dati già in possesso della pubblica
amministrazione costituisce una duplicazione di oneri in contrasto con i principi di
semplificazione vigenti.
Federalbeghi ha presentato un nuovo emendamento in occasione dell’esame del
decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50 “aiuti” finalizzato ad esonerare dal nuovo obbligo di
presentazione della dichiarazione delle le strutture ricettive che hanno già a loro carico un
obbligo di rendicontazione periodica stabilita dal regolamento comunale .
Dal momento che nonostante le pressioni sui gruppi parlamentari non sono certi
i tempi di risposta della politica invitiamo tutti gli associati a predisporre ugualmente tutto il
materiale per effettuare le due dichiarazioni.
Per ulteriori informazioni contattare il vostro assistente contabile o Lorenzo
Matteini l.matteini@ascomcervia.it 0544913919 o Carlo Pollarini
c.pollarini@ascomcervia.it 0544913935.
Inviamo in allegato alcune istruzioni che possono essere di aiuto nella compilazione della
pratica.

Torna indietro

Articoli correlati