Mini Eolico per gli Hotel

Inserito il 07/08/2011

Energia pulita per il futuro della città con tanto di Prg riservato all’energia rinnovabile. È l’annuncio dato ieri dal sindaco di Jesolo Francesco Calzavara durante il convegno “Turismo, sostenibilità e nuove economie. Come e perché l’industria alberghiera deve investire sull’ambiente”. Il filo conduttore è stato il processo di riqualificazione iniziato già da qualche tempo in città seguendo la direzione del miglioramento delle condizioni ambientali e di rispetto dell’ambiente. Da ciò la proposta del sindaco. «La riqualificazione delle nostre strutture ricettive – ha annunciato Calzavara – deve avvenire dando anche la possibilità di produrre energia rinnovabile. Nei tetti degli hotel si possono benissimo realizzare degli impianti di micro-eolico che negli ultimi tempi sta conoscendo uno sviluppo importante. Si tratta di generatori assolutamente non impattanti in grado di trasformare il vento e la brezza marina in energia elettrica che può essere impiegata poi dalle stesse strutture ricettive con importanti benefici».

Ma questa potrebbe essere solo una delle soluzioni: il Comune sta infatti studiando un Prg dedicato alle energie rinnovabili da inserire all’interno del nuovo Pat: «In questo caso stiamo studiando la possibilità di realizzare dei parchi con pannelli fotovoltaici in grado di utilizzare l’energia solare – ha concluso il sindaco – Anche in questo caso l’energia prodotta verrebbe utilizzata per il fabbisogno locale. Il risultato non sarebbe solo il risparmio nella spesa, ma anche nell’importante messaggio che la nostra città darebbe nell’utilizzo di energia rinnovabile».

Un’importanza sottolineata anche da Norbert Lantschner, direttore Agenzia Clima Hotel, per il quale l’utilizzo di energia non fossile comporta anche un nuovo modo di gestire le strutture ricettive basato sul rispetto ambientale, su un considerevole risparmio energetico e anche sul cambiamento di mentalità visto che i turisti diventano protagonisti di un modo di abitare sano.

 

Piccolo approfondimento: con il termine “impianto mini eolico” si intende un impianto per la produzione di energia che converte l’energia cinetica del vento in energia elettrica la cui altezza è inferiore ai 30 metri circa.

La differenza con il grande eolico risiede oltre che nella dimensione delle macchine nella possibilità di operare economicamente con regimi di vento inferiori a quelli richiesti dalle enormi macchine industriali.

Le tipologie di installazione di un impianto mini eolico sono:

1) stand alone (non in rete): si useranno delle batteria per accumulare l’energia prodotta in eccesso e riutilizzarla in un secondo momento;

2) on grid (in rete): il proprietario della turbina mini – eolica potrà vendere l’energia ad un operatore nel mercato;

3) utilizzo diretto tramite resistenza elettrica o distribuzione meccanica o idrolisi (per esempio mulini a vento per macinazione o altre operazioni).

 

Al crescere della potenza installata si hanno delle economie di scala e risparmi per euro/kWh; tuttavia, al crescere della potenza aumenta anche il peso e l’ingombro dell’impianto, e la velocità minima del vento necessaria per produrre energia e quindi un minore numero di ore annue di funzionamento.

Questa tipologia di impianti si presta ad essere installata anche in ambito residenziale: tetti di grandi edifici, giardini di case isolate, etc.

Torna indietro