Comunicato stampa

Inserito il 12/08/2017

 

Cervia, la spiaggia ama il libro

 

Le Terme di Cervia

compiono 60 anni

 

Un libro e una serata per festeggiare il compleanno

 

 

SABATO 12 agosto ore 21.30

 

Viale Ravenna – Milano Marittima (nei pressi della Rotonda I maggio)

 

Fino al 15 agosto i migliori volti del panorama letterario e giornalistico nazionale si daranno il cambio per festeggiare la 25° edizione della manifestazione estiva dedicata ai libri più longeva d’Italia.

La rassegna letteraria è un appuntamento immancabile per molti turisti e cittadini grazie ai quali, ogni anno, cresce la sua rilevanza nazionale - essendo oramai divenuta punto di riferimento culturale dell’estate. Quest’anno si spegneranno le 25 candeline e per l’occasione il programma sarà ancora più ricco e speciale con 26 incontri da non perdere. La manifestazione è dedicata alla “Riviera dello Sport”.

 

Per celebrare i 60 anni delle Terme di Cervia, è stato pubblicato un volume intitolato “Terme di Cervia. 60 anni di storia tra natura e cura” (ed. Minerva).

 

Le Terme di Cervia sono strettamente legate alla cultura delle saline e del sale. Hanno la funzione strategica nello sviluppo della moderna economia turistica cittadina.

Da sempre hanno avuto, e ancora oggi hanno, il ruolo di elemento primario nella costruzione di una “cultura dell’ospitalità” completa, coerente con gli obiettivi della qualità, della destagionalizzazione e capace di intercettare le più moderne tendenze del wellness.

A corredo del volume, una corposa documentazione fotografica: immagini, poster, cartoline raccontano la storia delle Terme di Cervia a partire dai primi anni dei ‘900, quando i salinari scoprirono le proprietà dei fanghi, fino ad oggi.

 

L’associazione “Cervia, la spiaggia ama il libro” organizza una serata di presentazione del volume “Terme di Cervia. 60 anni di storia tra natura e cura” per Sabato 12 agosto alle ore 21.30 in Viale Ravenna Milano Marittima (vicino alla Rotonda I maggio).

Partecipano GIANCARLO MAZZUCA editorialista, scrittore, già direttore di QN, Il Resto del Carlino e Il Giorno. Attualmente è consigliere d’amministrazione della Rai e commentatore de Il Giornale, SALVATORE GIANNELLA giornalista e scrittore e ALDO FERRUZZI direttore delle Terme di Cervia. Proiezioni a cura di RENATO LOMBARDI curatore del libro.

 

In caso di maltempo l’evento si svolgerà presso Confcommercio Ascom Cervia in via G. Di Vittorio, 26.

La serata è organizzata con il sostegno di Dolomiti Energia e la collaborazione di Teleromagna.

 

Il libro: Introduzione di Antonio Ferruzzi, Prefazione di Giancarlo Mazzuca. Contributi di Attilio Brilli, Giorgio Colombo, Salvatore Giannella, Renato Lombardi e Alessandro Sistri.

 

Nel 2017 ricorre il sessantesimo anniversario della costituzione della società CE.TE. (Cervia Terme) che ha dato vita negli anni successivi, alla costruzione e all’apertura del moderno Stabilimento termale di Cervia.

 

La costituzione della società il 14 agosto del 1957 si deve all’intuizione del cervese Enrico Rossi, che, con la sorella Flora, prefigurò lo sviluppo di una realtà termale, che facesse leva sull’utilizzazione di acque madri di risulta e di fanghi di saline per uso terapeutico;

Una società aperta all’apporto di nuovi capitali ed energie imprenditoriali, convergenti su un progetto che coniugasse tradizione e innovazione. Questo avvenne nel periodo immediatamente successivo con la partecipazione di due imprenditori lombardi (Davide ed Alberto Gaffuri), che coinvolsero un grande ingegnere ed architetto: Carlo Viganò, nella progettazione e realizzazione di un avveniristico, per l’epoca, stabilimento termale, che venne aperto per stralci successivi, dal 1960 al 1962. Dal 1959 al 1966 rivestì di fatto l’incarico di direttore Giorgio Colombo, in un periodo di grande fervore e slancio creativo.

Il 14 agosto è una data importante nella storia cervese, perché nel 1912 era nata ufficialmente Milano Marittima, sulla base di un rapporto di convenzione tra il Comune di Cervia e la società Milano Marittima per lo Sviluppo della Spiaggia di Cervia, di cui era parte integrante un piano regolatore ispirato all’idea della “Città giardino”, disegnato da un grande artista milanese: Giuseppe Palanti. Descrivendo il suo progetto, in un’intervista del 1911, questi annotava: “Vi sarà pure uno stabilimento ove si potranno fare bagni speciali con le acque madri delle saline …” Il sogno di una “città giardino” si legava anche ad uno sviluppo termale, che nei primi decenni del Novecento faceva leva sulla constatazione, dapprima in forma empirica, poi in forma sempre più organizzata, delle proprietà terapeutiche dei “fanghi” e delle “acque madri” ricavati dalle saline al termine del processo produttivo del sale. Nel 1937, e quindi ottant’anni fa, venne realizzato un primo Stabilimento Idro Fango Terapico, gestito fino agli anni Cinquanta, prima dal Dopolavoro della Salina e nel secondo dopoguerra, dal CRAL della Salina di Cervia.

La nascita delle nuove terme ereditava una tradizione del passato per adeguarla a tempi in rapida trasformazione.

 

Questo volume ne celebra i 60 anni. Giancarlo Mazzuca (Consigliere di amministrazione Rai) firma la prefazione, introducendo le presentazioni di Antonio Ferruzzi (Presidente Terme di Cervia), del sindaco di Cervia Luca Coffari, dell’assessore al turismo dell’Emilia-Romagna Andrea Corsini e del presidente di Federterme Costanzo Jannotti Pecci. Attilio Brilli, tra i massimi storici della letteratura di viaggio, disegna un’interessante panoramica sul “fenomeno terme” in Europa, mentre lo scrittore e antropologo Alessandro Sistri si sofferma sulle “acque del benessere” nel rettangolo d’oro, che va da Imola alla Repubblica di San Marino, dagli Appennini al mare. Lo storico Renato Lombardi scrive della trasformazione di Cervia da antica città del sale a moderna città del turismo e tratta anche le cure termali, i “fanghi” in salina da cui è nato il moderno stabilimento. E proprio ai primi anni delle Terme di Cervia si rifà l’importante testimonianza del primo direttore Giorgio Colombo. Non manca il vivace racconto, in prima persona, di un’esperienza termale, affidato al giornalista Salvatore Giannella. Il volume si chiude con uno sguardo verso i prossimi obiettivi, a cura dell’attuale direttore Aldo Ferruzzi.

A corredo del volume, una corposa documentazione fotografica: immagini, poster, cartoline raccontano la storia delle Terme di Cervia a partire dai primi anni dei ‘900, quando i salinari scoprirono le proprietà dei fanghi, fino ad oggi.

 

 

Cervia, la spiaggia ama il libro è promossa dall’Associazione Culturale Cervia, la spiaggia ama il libro con il patrocinio del Comune di Cervia e si avvale della collaborazione di Confcommercio Ascom Cervia, Camera di Commercio di Ravenna, Comune di Cervia, APT Servizi Emilia Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, Cassa di Risparmio di Ravenna, Il Resto del Carlino-Quotidiano Nazionale, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, Deco Industrie srl, Generali Italia spa agenzia di Cesenatico - Ufficio di Cervia, Dolomiti Energia spa, Rewind - Al tuo fianco, Batani Select Hotels, Ponzi srl, Paradiso Hotel Bovelacci, Cuore di Carta, Hotel Gambrinus & Strand, Hotel Solemare - Mimaclubhotel, Terme di Cervia, Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, Si Frutta, Circolo Nautico Cervia, Libreria Mondadori di Cervia. Libreria Librolandia di Milano Marittima, Consiglio Nazionale Ordine dei giornalisti, Ordine dei Giornalisti Emilia Romagna. Sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura.


Organizzazione: Cervia, la spiaggia ama il libro

c/o Confcommercio Ascom Cervia Via G. Di Vittorio, 26 - 48015 Cervia

tel. 0544 913913 - 335 8484657

www.cerviamailibro.itinfo@cerviamailibro.it

seguiteci su facebook Cervia Ama il Libro 


Torna indietro